Un modo sano di muoverti

get-back-to-happy

Il Metodo Feldenkrais® è un sistema di auto-educazione che ti porta ad abitare in te stesso in modo sano, ad agire nella vita con consapevolezza, in piena libertà e sintonia con il tuo essere più intimo e autentico.  “Non avere fretta se vuoi danzare la vita”, mi piace dire: per darti la possibilità di scoprire il tuo ritmo interiore e il tuo unico modo di viverti e di essere in relazione con gli altri e con l’ambiente. “Non avere fretta” significa Attenzione, Presenza, Ascolto, Osservazione, Consapevolezza. Sono le parole chiave dell’educazione somatica Metodo Feldenkrais®, che si pratica con movimenti piacevoli, gentili, comodi, adatti a chiunque e a qualsiasi età… e anche divertenti, ma che sottintendono sofisticatissime strategie neuromotorie. Non sono infatti pensati per creare un evento localizzato nelle fibre muscolari, bensì per informare il sistema nervoso e risvegliare la sua capacità di regolare le nostre funzioni, quindi la nostra salute e lo stato di benessere psicofisico. Risultato? Migliorano tutti i processi vitali: fisiologico, fisico, psicologico, emotivo, con benefici sui piani energetico e relazionale.

Il Metodo Feldenkrais , fondato dal Dottor Moshe Feldenkrais a metà del Novecento con intuizioni di grande anticipo sul funzionamento del sistema corpo-cervello, è oggi convalidato dalle recenti scoperte dei neuroscienziati che dimostrano la capacità di apprendimento attraverso l’uso del corpo (embodied Cognition).

Difficile descriverlo, in quanto innovativo e complesso. In estrema sintesi si può dire che integra:

  • autoesplorazione del funzionamento muscolo-scheletrico nello spazio in termini propriocettivi e cinestesici,
  • mindfulness (nell’osservazione neutra e intenzionale dell’azione nel suo farsi),
  • mind-body learning, in quanto il movimento consapevole migliora le abilità cognitive.

Vedi anche “Come funziona il Metodo Feldenkrais“.

Se ti muovi bene il cervello fiorisce, la tua personalità sbocciaplant-152110_1280

Contrariamente a ciò che si pensava nel Novecento, gli scienziati hanno scoperto che il cervello ha l’abilità di modificarsi durante l’intero arco della nostra vita e può recuperare funzioni apparentemente perdute. Questa abilità si chiama neuroplasticità e significa nuove connessioni neuronali, aumento delle sinapsi e generazione di nuove cellule (neurogenesi). Un presupposto che ci porta a un passaggio concettuale dell’essere umano da sistema biomeccanico a sistema intelligente, per la precisione un sistema di intelligenza integrato cervello-corpo, in cui la mente impara con il corpo. Il che significa poter ottenere cambiamenti radicali ed efficaci nel tempo, in quanto individuali, concreti, tangibili, autentici. I vantaggi? Puoi uscire dall’automatismo che spesso porta alla malattia e all’infelicità (dolori cronici, stanchezza, tensioni, insonnia, insofferenza…) o che non ti permette di attingere a tutte le tue risorse (capacità intellettive, artistiche, atletiche ecc.) scoprendo nuovi modi di agire, più efficaci, più comodi, più armoniosi. Le tensioni muscolari, infatti, non soltanto ci limitano nei movimenti, ma ci estraniano anche dalle sensazioni. Per allentarle, devono essere innanzitutto riconosciute, mentre il più delle volte ne siamo inconsapevoli e continuiamo ad agire in automatico, ostacolandoci senza nemmeno rendercene conto, per poi dare la colpa o la responsabilità ad altro (il lavoro, le relazioni familiari, la convinzione di non essere capaci ecc.). Ma se diventiamo consapevoli di ciò che facciamo realmente, e non di ciò che pensiamo di fare, entriamo in un profondo contatto con noi stessi e riusciamo a vivere il qui e ora con attenzione ai nostri pensieri e stati d’animo, ai nostri sentimenti, ai desideri e ai sogni, con effetti “a cascata” su tutte le scelte del quotidiano.

Quando sai quello che fai realmente e non ciò che pensi di fare, puoi fare quello che vuoi. (M. Feldenkrais)

Forse a questo punto stai pensando “col poco tempo che ho e con tutto quello a cui devo pensare ci manca anche il Metodo Feldenkrais!” Ricordati che il motto è a piccoli passi, senza fretta. Inoltre il Metodo è pensato per essere integrato nelle funzioni quotidiane e aiutarti a trovare il tuo ritmo, così da essere veloce ma senza sentirti di fretta, che è altra cosa. Sarò un po’ brusca: se pensi che il tuo benessere dipenda dagli eventi e dalle condizioni esterni, allora ti posso dire che non sarai mai felice e continuerai a trovare motivi per lamentarti. Le risorse necessarie per stare bene sono in te. E quelle risorse ti aiutano soprattutto nei momenti critici. Si chiama resilienza: la capacità di adeguarsi e rispondere alla Vita, nel flusso delle continue trasformazioni.

Verso l’Ecologia del Benessere

matisse

La connessione profonda con te stesso si riflette sulle tante azioni del quotidiano, perché quando inizi ad ascoltarti, a conoscerti e a rispettarti, sei incline a cambiare molti aspetti della tua vita sui quali non avevi prestato attenzione e scegli con più cura che cosa è buono (e sano) per te e per chi ami, dall’alimentazione all’igiene personale, dal tempo libero ai viaggi, modificando molte abitudini che non darai più per scontate, anche in termini relazionali. Questo blog parte da un approccio ecologico al benessere: da anni mi interesso di temi legati all’ambiente, agli stili di vita sostenibili, alla medicina naturale, all’alimentazione e conosco molti professionisti, esperti e specialisti con cui collaboro per aiutare le persone a prendersi cura di sé in un modo più consapevole rispetto alle illusorie ricette di benessere “preconfezionato” che ci viene continuamente proposto dai media e dai luoghi comuni.

Se vuoi saperne di più o se hai domande personali ed esigenze specifiche contattami direttamente.