Testimonianze di chi ha lavorato con me

Alcune esperienze delle persone che hanno o fanno ancora oggi esperienza del Metodo Feldenkrais con me nei corsi di gruppo, con le lezioni di Consapevoelzza Attraverso il Movimento (CAM) e con le sedute individuali di Integrazione Funzionale (IF) o che hanno sperimentato entrambe.

Luisa Tremolati, libera professionista, allieva di un ciclo di Integrazioni Funzionali e ora allieva in un corso di Consapevolezza Attraverso il Movimento, ha iniziato un percorso con me  a causa di un grave disturbo alla vista che le impediva di sentirsi libera e autonoma nei movimenti:

La mia mente sorride. Come come spiegarlo senza sembrare un po’ troppo sopra le righe? All’inizio soprattutto mi sentivo strana: un po’ più alta, un po’ più larga, un po’ più stretta… ogni lezione aveva n effetto nuovo e diverso. La mia mente percepiva il corpo in maniera diversa: lo sentiva, lo esplorava e nell’ultima lezione individuale è stato come danzare per gioco… dev’essere per questo che dico ‘la mia mente sorride’.

Grazia Campolongo, impiegata, allieva in lezioni di CAM:

La  primissima cosa positiva è il benessere immediato alla fine di ciascuna lezione, con una riduzione delle tensioni quotidiane, nel mio caso dolori alla schiena e collo. Un’altra bellissima cosa è la consapevolezza del mio scheletro: ad esempio camminando penso al mio bacino che si muove, alla schiena, alle gambe, ai piedi che appoggiano e come lo fanno; se sto seduta alla scrivania al pc, ascolto le tensioni delle posizioni abitudinarie e riesco ad alleggerire la schiena e le spalle. Il bello è che posso portare tutto quello che imparo a lezione nella vita di tutti i giorni, dallo stare seduta in auto, al camminare, al fare le pulizie ecc., con un ascolto maggiore al mio corpo. Ad esempio ho imparato a“consolare” il bacino dopo una giornata di tensioni, se sto sdraiata a letto ripercorro il movimento dell’orologio che mi aiuta tantissimo a sentire sollievo e a ridurre il dolore, anche solo immaginandolo. Tenermi “dirittta” è più facile e non ci vuole lo sforzo che invece facevo prima . Di fatto ho scoperto che non usavo scheletro e sforzavo i muscoli. E’ un lavoro che consiglierei a tutti per il benessere che mi procura.

Chiara Costariol, HR consultant, dopo 4 sedute individuali:

Avevo un dolore alla spalla destra che inficiava tutti i miei movimenti e rendeva il mio sonno un incubo. Non sapevo che posizione assumere nel letto per on sentire dolore. Tutto causato da un piccolo versamento e da piccole calcificazioni. Ho provato Feldenkrais con Livia e tutto è cambiato. Non ho più dolore. Posso muovere il braccio con tranquillità. E so che seguendo i suoi suggerimenti posso continuare ad aiutare il  mio corpo a stare bene senza usare medicinali.

Angelo, pensionato, affetto da diabete e con un dolore alla spalla e al braccio, ha potuto fare un’unica lezione individuale, gli ho inviato alcune lezioni audio e mi ha scritto questa mail:

Cara Livia, intanto grazie perché con i movimenti e i consigli che mi hai indicato io non ho più i dolori alla spalla, al braccio e al gomito che ho avuto ininterrottamente per quaranta giorni. Poi grazie delle lezioni audio che mi hai inviato per i benefici fisici e mentali che questo mi produce, anche se per ora ne ho potuto ascoltato solo una parte. Vado lento per assimilarlo, me lo riascolterò molte volte perché pian piano lo possa mettere in pratica giornalmente. I movimenti armonici dolci e l’ascolto del corpo mi danno un benessere generale, cosa che prima non facevo. La lezione sul movimento pelvico così strutturata dell’audio (prima la facevo in maniera approssimativa) mi è molto utile perché  sto praticamente migliorando un  problema di leggera incontinenza in seguito all’intervento alla prostata. Adesso mi sto concentrando sulle lezioni sul respiro, che mi sono utili sia come rilassamento e mi aiutano per le mie pratiche meditative.

Lina e Massimiliano, pensionati, allievi in un corso di gruppo:

Io e mio marito non avevamo alcuna esperienza del Metodo Feldenkrais, ma dopo soli pochi mesi di corso ci siamo resi conto che é molto interessante. Abbiamo acquisito nuova consapevolezza del nostro corpo e soprattutto stiamo imparando ad evitare errate posture, utilizzando diversamente lo scheletro per muoverci più in scioltezza e con meno fatica, anche nei semplici movimenti quotidiani. Personalmente lo sto sperimentando nelle faccende domestiche e ne trovo giovamento. Mio marito invece ha acquisito un modo diverso di camminare, più libero e con meno tensioni alle spalle e alle cervicali. Siamo contenti di avere scelto di fare questo percorso. Tutto ciò ovviamente, grazie alla professionalità e pazienza di Livia, la nostra insegnante.

Viviana Villa, casalinga, allieva di un ciclo di sedute individuali di IF:

Mi sono rivolta a Livia su consiglio di un’amica, per dolori alla schiena e ai piedi. Essendo una persona molto attiva e atletica, non volevo rischiare di dovermi fermare. Non conoscevo il Metodo Feldenkrais e quello che mi ha più sorpreso nel ciclo di 10 sedute, è quanto esso sia efficace non soltanto da un punto di vista fisico (i dolori sono passati), ma anche da un punto di vista psicologico. Ho compreso in modo profondo quanto siano uniti il corpo e la mente!

Jacqueline Cornelius, impiegata, che ha potuto fare un’unica seduta individuale:

I am feeling so much better thanks to a tiny bit of training. It’s unbelievable how an hour with you has taught me to modify unhealthy posture. I am starting to feel young again.

Fabio Ravasi, violinista, allievo di un ciclo di Integrazioni Funzionali:

Le mie impressioni sul Metodo Feldenkrais sono assolutamente ottime, trovo sia la risposta migliore che io attualmente conosco ai problemi di postura, dolori vari ecc. Ho sentito notevoli miglioramenti nella mia schiena fino a quando mi sono applicato…il mio problema è che non mi applico con costanza all’ascolto di me e quindi ricado nelle vecchie abitudini che mi arrecano danno. Ciononostante qualcosa ho cambiato in modo radicale, ad esempio mi siedo diversamente e alle volte cammino diversamente. Quindi, giudizio ottimo sul Feldenkrais e non sufficiente a me stesso per il mio impegno…

Angelo Maroldi, ciclista, allievo di lezioni di Consapevolezza Attraverso il Movimento:

Dopo sei mesi in cui ho frequentato un corso collettivo settimanale di pratica con Livia, mi sono accorto di aver perso la mia precedente rigidità, soprattutto nelle spalle e nelle gamb,e e questo ha avuto un grande effetto sul mio modo di andare in bicicletta, perché ho aqcusitato un gran senso di leggerezza, sorpattutto in salita, eliminando sforzi e dolori. Un miglioramento che ho ottenuto soltanto con la pratica Feldenkrais e allenandomi due volte la settimana con la spinning bike 30 km. 

Matilde, libera professionista, che ha fatto un ciclo di IF:

Tra le tante scoperte che ho fatto dopo aver lavorato con Livia in sedute di Integrazione Funzionale, mi piace ricordare questa: un giorno, passeggiando al parco, non sentivo il peso della testa, era come se fluttuasse, e nemmeno delle braccia… era come se tutto rimanesse “in piedi” da sé, appoggiato sul bacino.

Fiorenza Pistocchi, scrittrice, allieva di lezioni di Consapevolezza Attraverso il Movimento:

Avete mai invidiato i gatti? Io sì. Invidio la loro bellezza sorniona, la capacità di mantenersi indipendenti, la naturalezza con cui riescono a dormire in pieno sole e a rilassarsi senza perdere una sorta di regale dignità. Ma da quando frequento il corso di Feldenkrais, apprezzo in misura maggiore la plasticità e l’elasticità dei gatti, cioè la possibilità data loro dalla natura, che li ha dotati di una colonna vertebrale particolarmente flessibile, di muoversi nello spazio in modi per gli umani improbabili. Ebbene, da quando pratico questa metodica, mi pare di essere un pochino più simile a questi animali. Poco, ma a mano a mano più elastica di prima: è cambiato il mio modo di camminare, la mia postura, la capacità di percepirmi nello spazio e l’attenzione allo scheletro e alle posizioni delle ossa, prima completamente trascurate perché la mia concentrazione era, per abitudine, tutta rivolta ai muscoli. Ora sento un corpo più in equilibrio tra ossa e muscoli, un tutt’uno. Riesco ad accorgermi in tempo, prima di rimanere bloccata e irrigidita, se sto contrando le spalle o la schiena e immediatamente mi rilasso. Sono più gatto, insomma… e mi piace.

Barbara Bonelli, management musicale, allieva in sedute di IF e di CAM:

Conoscevo già il Metodo Feldenkrais e lavorando con Livia e ho trovato la risposta alla mia ricerca di benessere!

Barbara Cassini, operatore benessere, studia tango argentino, ha effettuato una serie di Integrazioni Funzionali:

Oggi dopo l’ integrazione di Feldenkrais dedicata alla coordinazione delle varie parti del corpo coinvolte nel movimento del tango (anca, petto, spalle ) la lezione di tango è stata meravigliosa! I movimenti di torsione e dissociazione sono stati più facili e più divertenti ! Grazie Livia!

Testimonianza audio in due parti di Matilde, che ha lavorato per qualche mese con le sedute individuali, superando un problema alla spalla e scoprendo via via altri benefici del Metodo Feldenkrais, anche in termini di mindfulness:

https://soundcloud.com/movimento-sano/voce-005-m4a

https://soundcloud.com/movimento-sano/voce-006-m4a

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>